Login


L'utente accedendo accetta implicitamente Privacy e Cookie Policy del sito
Prendi visione della Privacy Policy e della Cookie Policy del sito UmbriaIN
 

Trova cosa fare e cosa vedere su UmbriaIN

Pulisci

Il Complesso Monumentale di San Girolamo

  • alfredo_santori_beni_culturali_spello.jpg

Il Post

  • Scritto da: Alessia  Marchetti
  • Il: 12/11/2019 10:20:33

Il Complesso Monumentale intitolato a San Girolamo sorge all’ingresso del cimitero di Spello.
Si compone di due parti, bellissime ed interessanti in egual modo, quali la chiesa e l’elegante portico.
La costruzione della chiesa, antecedente a quella del porticato, sembrerebbe risalire al 1472.
Il suo interno, semplice e lineare, è un unico ambiente, con quattro altari laterali e sovrastato da una copertura a botte.
Dietro al presbiterio si colloca l’abside, dove tra l'altro c'è  un affresco dello "Sposalizio della Vergine" attribuito a Rocco Zoppi.
Di pregevole fattura sono il coro ligneo del ‘500, l’altare maggiore ornato da sette sculture, risalente ai primi del Settecento, ed il Crocefisso in legno intagliato del XV secolo.
Esternamente, invece, il portico è scandito da cinque colonne con capitelli ionici, sopra ai quali poggiano archi con volta a crociera.
E' abbellito, inoltre, da alcuni affreschi, come la "Proclamazione del Perdono", la raffigurazione dei Santi Giobbe e del Beato Giacomo, e quella e di  San Francesco, raffigurato, quest'ultimo, mentre riceve le stimmate.
Lungo la parete si aprono due cappelle: la prima dell’Annunciazione e la seconda del Santo Sepolcro.
Nella prima vi sono interessanti decorazioni con affreschi del XV secolo, in cui, seppur lacunosi, si riconoscono l’Arcangelo Gabriele e la Madonna.
Invece, nella Cappella del Sepolcro o della Pietà, un tempo era riposta una scultura lignea policroma raffigurante Cristo morto risalente al XVIII secolo.
Infine, accanto al convento si collocano gli orti e la selva di pertinenza del complesso, dove i frati erano soliti passeggiare, oppure recarsi per tagliare la legna con cui scaldarsi, grazie all'abbondanza di alberi, come pini, cipressi e lauri.
Tuttavia, dopo la soppressione del convento nel 1866, il Comune fece realizzare al posto della selva un nuovo cimitero comunale.

Spello
  Scopri gli Eventi   Inserisci il tuo evento   Scopri il territorio   Torna al Blog   Vai alla pagina del comune di Spello
 

Dove trovarci