Login


L'utente accedendo accetta implicitamente Privacy e Cookie Policy del sito
Prendi visione della Privacy Policy e della Cookie Policy del sito UmbriaIN
 

Trova cosa fare e cosa vedere su UmbriaIN

Pulisci

Colmollaro

Luciano Festuccia


Bello, veramente bello l'antico castello di Collemolinario, come fu chiamato per secoli, ultima propaggine del sistema difensivo dei castelli eugubini, distante dalla città appena 7 km.
La fortificazione venne eretta, come molte altre di quel periodo, intorno all'anno 1000 e nel 1300 ne fu proprietaria la famiglia eugubina Raffaelli, di fazione ghibellina. Successivamente il complesso passò ai canonici della cattedrale di Gubbio.

Il conte Bosone Novello Raffaelli strinse amicizia con Dante Alighieri e, quando questi fu bandito da Firenze, lo ospitò a lungo nel suo castello. Qui il Poeta, oltre a brani della sua Commedia, compose anche il sonetto sul torrente Saonda che vi scorre nei pressi.

Il castello sorge su un piccolo poggio circondato dal bosco, e per arrivarci si deve seguire una strada bianca che si snoda fra i campi e gli alberi. La zona è particolarmente amena, ed arrivare al bel castelletto solitario perso in mezzo alla natura è una gradita sorpresa.
Il punto di riferimento è la torre maestosa che svetta da lontano, restaurata recentemente insieme al resto della fortificazione.

Il castello era grandioso, ed anche adesso è piacevole da visitare: l'ingresso, e particolarmente la sala maggiore,conservano lo stile architettonico feudale, con un grande camino in pietra del 1200.
E’ancora visibile lo stemma dei Raffaelli.

Il nome antico fa presupporre che nella zonaci fosse un molino, forse proprio lungo il torrente Saonda.

  Vai al blog   Scopri gli Eventi   Inserisci il tuo evento Guarda gli articoli sui territori