Login


 

La Rocca di Narni

Luciano Festuccia


Basterebbeguardarla per capire lo stile indiscusso delle decine di fortezze che ilcardinale Egidio Albornoz fece costruire in Italia Centrale nel periodocompreso fra il 1353 ed il 1367, anno della sua morte. L’Albornoz era statonominato Vicario generale per l’Italia (escluso il Regno di Sicilia) da papaInnocenzo VI, carica che definiva un vero e proprio ruolo di “vicepapa” per lequestioni militari.

La terza RoccaUmbra fu quella di Narni, poderoso fortilizio che, come gli altri, è posto suun’altura prospiciente la città, a dominare tutto il territorio circostante econtrollare le principali vie di comunicazione.

La fortezza è dipianta quadrata con 4 torri angolari ed un mastio più elevato che si formadalla congiunzione di due torri. Fu provvista di una doppia cinta muraria confossato e ponte levatoio.

La residenzasignorile era collocata al Piano Nobile, mentre gli altri locali furono adibitia sala armi e alloggi per le truppe.

Il Mastio eracompletamente isolato, e costituiva l’ultima difesa in caso di conquista dellafortezza.

Oggi è uninteressante Museo interattivo del medioevo, con un percorso che si svolge in14 sale, e comprende vari allestimenti e ricostruzioni, come la Sala delleArmi, quella della Tortura, dei Banchetti, ma anche di vestiti e strumentimusicali dell’epoca

Guarda gli articoli sui territori