Login


 

Lo sapevate che... Le opere a stampa


...quando "Giovanni Guttembergo todesco" stupì l'Europa con l'invenzione della macchina da stampa, nel giro di pochi anni ci fu una vera corsa nelle corti di molti paesi per accaparrarsi i suoi allievi, ed entrare così nel "moderno" businness del libro stampato. A Perugia questo avvenne nel 1471 durante la Signoria di Braccio Baglioni, il quale costituì una società con Matteo Baldeschi, Bacciolo Fumagioli e Costantino di Andrea, adattando a laboratorio una sua casa. Gli stampatori fdurono Pietro di Colonia e Giovanni di Bamberga, e nei sedici mesi che durà l'attività di questa prima Casa Editrice furono stampate opere di Baldo degli Ubaldi, una lettura di Bartolo sopra al Digesto Vecchio ed una di Filippo Franchi. In seguito Rinaldo di Francesco subentrò al Fumagioli, e furono stampati numerosi libri su vari argomenti, fra cui il famoso "Viaggio al Monte Sinai" di Gabriele Capodilista, padovano, che fu pretore a Perugia in quegli anni, ed i cui testi furono un importante riferimento geografico per i successivi viaggiatori verso la Terrasanta.

Guarda gli articoli sui territori