Login


 

Trova gli eventi che più ti interessano su UmbriaIN

Pulisci

La "crescia" di Gubbio

Il Post

  • Scritto da: Alessia  Marchetti
  • Il: 09/05/2019 11:36:59

La "crescia eugubina" è una tipica ricetta del territorio umbro, con particolare provenienza dalla città di Gubbio.
Si tratta di un'interessante rivisitazione del tipico pane del nostro territorio, del quale riprende, almeno in parte, alcuni ingredienti.
Tuttavia, differisce da esso per il modo di cottura che, secondo quanto previsto dalla ricetta tradizionale, deve avvenire sotto alla cenere, sopra ad un “panaro”, vale a dire un disco di ferro con 3 piedi, che deve essere scaldato sul fuoco del camino. Tuttavia, un'ottima nella cottura è quella di utilizzare il testo in ghisa romagnolo, che può essere posato sui fornelli di casa per cuocere in maniera "più moderna", più facile e più veloce la crescia.
Una volta cotta, la crescia viene servita in tavola, tagliata a spicchi, per essere gustata con affettati e formaggi, o con il pollo in friccò all'eugubina. 


INGREDIENTI
- 300 gr di farina 0;
- 150 ml di acqua tiepida;
- 1 pizzico di sale;
- 1 bustina di lievito istantaneo per preparazioni salate.


Foto di "I Gozzoni"


PREPARAZIONE
Su di una spianatoia, porre la farina a fontana ed inserire al suo interno acqua, lievito ed un pizzico di sale.
Impastare bene, fino ad ottenere un composto liscio ed omogeneo.
Lasciarlo, quindi, riposare per una quindicina di minuti, coperto con la pellicola. 


COTTURA CON TESTO ROMAGNOLO
Con un matterello stendere la crescia. Nel frattempo scaldare il testo romagnolo (o una padella antiaderente) sul fornello, a fiamma moderata.
Adagiare ora l'impasto della crescia nel testo caldo, bucherellarla e farla cuocere, a fuoco lento,  5 minuti per lato. 


COTTURA TRADIZIONALE SUL PANARO
Lasciar scaldare il panaro rovesciato sulla fiamma del camino, fino al raggiungimento della temperatura desiderata.
Adagiare, quindi, la crescia precedentemente stesa, bucherellarla con una forchetta e lasciarla cuocere per un minuto, poi rigirarla e coprirla con la cenere.
Adagiare sotto al panaro un po’ di brace, per aiutare la cottura.
Estrarre la crescia solo quando la cenere si sarà ritirata.

Gubbio
  Scopri gli Eventi   Inserisci il tuo evento   Scopri il territorio   Torna al Blog
 

Dove trovarci