Login


 

AMELIA e le sue bellezze

Il Post

  • Scritto da: Alessia  Marchetti
  • Il: 12/02/2019 10:31:54

Foto a cura di Umbria Touring


Amelia è una splendida città adagiata sul colle aprico, circondata da poggi ricchi di olivi e lecci, con campi coltivati a cereali, vigne e frutteti.
Amelia deve il suo antico nome, Armeria, al re Ameroe, che ne fu uno dei padri fondatori.
Trovandosi in una posizione strategica, e al contempo favorevole per la conquista da parte dei popoli vicini, si rese necessario costruire un sistema fortilizio, noto come mura poligonali (VI-IV secolo a.C.), eccezionalmente conservate ancora oggi nella loro notevole estensione.
Le mura poligonali, che cingono il centro storico assieme a quelle romane e medievali, sono formate da massi incastrati tra loro, senza l'ausilio di malta cementizia.
All'epoca, la cinta muraria di Amelia contava sei accessi: ad oggi, però, ne sono ancora utilizzati solo quattro, corrispondenti a Porta Romana, Porta Leone IV, Porta Posterola e Porta della Valle.
Amelia ha comunque vissuto il suo periodo di maggior splendore durante l'epoca romana, della quale restano ancora alcuni resti, come quelli relativi alle terme e alle cisterne romane.
Altre importanti prove di architettura degne di nota sono il Duomo, la Chiesa di San Francesco, il Monastero e la Chiesa di San Magno e la Chiesa di San Clemente. A livello civile, invece, si ricorda il Teatro settecentesco, la cui straordinarietà deriva dalla sua realizzazione, interamente il legno, e dai meccanismi originali ancora oggi perfettamente funzionanti.
Il teatro amerino si è prestato anche come set cinematografico per numerosi film, tra cui "Le avventure di Pinocchio" di Comencini e il "Marchese del Grillo" con Alberto Sordi.

Torna al Blog
 

Dove trovarci